.
Annunci online

  puccimigliaccio sguardi oltre la siepe
 
Diario
 


Sono un uomo e tutto ciò che è umano mi riguarda.

Publio Terenzio Afro





















disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.


7 novembre 2006

Comunicazione di servizio per il centrosinistra aversano (o di quel che ne resta)

Ci risiamo. E non dite che non l’avevamo previsto. Dopo sette mesi appena, ci troviamo di fronte ad un nuovo caso Caserta, dove le primarie, se non vince il boss di turno, non valgono una mazza. Ora, due sono le cose: o chi le chiede a gran voce, trasportato dal fatto di essere convinto di vincerle senza sorprese, si crede il padreterno senza esserlo, oppure di politica ne capisce quanto Elisabetta Gardini. Volendo escludere la seconda, che mi pare paradossale (di Gardini ce n'è una sola), la prima è semplicemente demenziale. Eppure, a ben guardare, senza neanche scomporsi più di tanto, non ci voleva la zingara per prevedere una debacle dei partiti ufficiali (nel nostro caso DS e Margherita). I quali, nonostante le apparenze e i maldestri tentativi di egemonia, in certe situazioni rappresentano ormai solo i loro apparati e i loro dirigenti. In qualche caso isolato forse i loro iscritti. Stanchi, stantii, ma sempre imperterriti e inamovibili dirigenti. E soprattutto talmente miopi e distanti anni luce dagli umori e dalle istanze di una città che non ha più stimoli né identità di cui vantarsi, da non accorgersi per tempo che certi giochetti e certe trappole sono buoni solo per i gonzi o per gli sciocchi. O, peggio ancora, per chi fa finta di non capire per pura e ottusa convenienza. Giocare con il voto popolare, scimmiottare il lavacro democratico auspicando una purificazione plebiscitaria, che però a conti fatti si rivela solo un'inutile abluzione, è sommamente pericoloso e la scorciatoia delle finte primarie per nascondere le lotte intestine di un centrosinistra tanto avido quanto pavido, come d'altronde nel resto del Paese, genererà mostri sempre più incontrollabili. E non bisognerà meravigliarsi più di tanto se anche qui le primarie si riveleranno come un boomerang per tutto il centrosinistra. A differenza di Caserta però, il tutto a netto vantaggio di un centrodestra inetto che, con il solo onere di stare a guardare, riavrà in mano le sorti della città per altri cinque anni. Il voto democratico è cosa troppo importante e solenne per far sì che si pieghi alle convenienze personali di chicchessia, e, puntualmente, i conti che qualcuno fa senza tener presente il popolo-oste, non tornano. Come non sono tornati a qualcuno anche qui ad Aversa. Solo che poi la gente si scoccia. E le elezioni, quelle vere, si perdono.

Dopo Caserta, addio al centrosinistra anche ad Aversa. O a quel che ne rimaneva.




permalink | inviato da il 7/11/2006 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre
 

 rubriche

Diario
riflessioni teologiche

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Aldo Torchiaro
Valeria
Fabiola
Icaroflyon
INOZ
NSR
Harry
Il Cannocchiale
MARIO Adinolfi
ENZO del vecchio
Rosencranz
FORT
UKASE
Brucaliffo
ETHOS
Voci di POPOLO
Giornalettismo
Germanynews
WEIRD
ISABELLA
MALVINO
Barbara
GIULIETTA
Sbloggata
MI
RAISSA
DAW
FRANCESCO NARDI
Effetto di senso
Il Criterio
IMAGE
Raccoon
Daniela Condemi
Associazione Mahiavelli
la rete della sociologia
uic
o' munaciello
quarta di copertina
NEWS


Il Mattino
IL FOGLIO
Corriere della Sera
La Repubblica
Il manifesto
Tempi
L'Espresso
il riformista
Internazionale
WallStreetItalia
Monde
El Pais
El mundo
ANSA
ADNkronos
CasertaNews
Bollettino dell'osservatorio sulla legalità
Freemedia
Il dialogo
Lino Iannuzzi
Lo Straniero
Foreign Policy
Rassegna Gov.
Dagospia
Wittgenstein
La 7
Jugo
Quattro Passi
Claudio Sabelli F.
Nessuno.tv
Medlab
Camillo
Ingrid Betancourt
ander costrukscion
Macchianera
melog/gianluca nicoletti
BEPPE GRILLO
Enrico Letta
Aversa Agro
bookshop

Manu
Paola
Giuda
Mario Francese
I love america
1972
WATERGATE

Think Tahnk
Aspen Italia

Fondazione Liberal
Italianieuropei
Ragionpolitica
Libertà Eguale
Daniel Pipes
Istituto Leoni
Istituto italiano studi europei
Istituto Sturzo
Lyndon Larouche
Acton Institute
novamagazine
America
Wind Rose Hotel
Mariniello
La Voce.info
Libero Pensiero
NapoliViva
Napoli On Line
Don Enzo
alter napoli

Blog letto 51817 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom